Edizione 2010


Scarica in formato PDF

L’edizione del Festival 2010, dedicata a Sotigui Kouyaté, ha proposto tra i suoi ospiti la scrittrice iraniana Nahal Tajadod, autrice di Passaporto all’iraniana (Einaudi), e lo scrittore afghano Atiq Rahimi, premio Goncourt 2008 con Pietra di pazienza (Einaudi), i quali hanno raccontato la dualità dei loro due Paesi con uno sguardo alla ricchezza delle loro antiche civiltà e uno alla chiusura teocratica del presente; il cosmologo russo Alexander Vilenkin, teorico della molteplicità dei big bang e degli universi paralleli, e lo scrittore-sceneggiatore-regista francese Jean-Claude Carrière, autore, tra l’altro, di alcuni testi divulgativi sulle teorie scientifiche della pluralità dei mondi, che si sono confrontati sulle ultime ipotesi cosmologiche a partire dalla Recherche di Marcel Proust; l’indologo torinese Stefano Piano, sanscritista e attivo promotore del dialogo interreligioso che, partendo dai testi sacri dell’India e dalle riflessioni di Raimond Pannikar, ha illustrato la concezione hindū della ciclicità degli infiniti mondi che si creano e si riassorbono; e infine il reporter francese Diego Buñuel, nipote del regista surrealista Luis Buñuel, interessato a raccontare con occhi diversi realtà internazionali dure o tremende dando spazio anche a ciò che resiste con dignità, senso morale e bellezza alla devastazione.

PROGRAMMA

Venerdì 1 ottobre ore 21- Torino, Teatro Vittoria

Due Iran, due Afghanistan fra tradizione e modernità. Incontro con la scrittrice iraniana Nahal Tajadod e lo scrittore afghano Atiq Rahimi

Segue il recital Di rosa e di spine. Grandi spiriti femminili nella storia del Gruppo del Cerchio. Con Susanna Paisio (voce e chitarra), Igor Piumetti (voce e percussioni) ed Elisabetta Piras (pianoforte).

Sabato 2 ottobre ore 21- Torino, Museo Regionale di Scienze Naturali

Multi-verse? Uno scienziato e un umanista ragionano di universi paralleli. Incontro con il cosmologo Alexander Vilenkin e lo scrittore-sceneggiatore-regista Jean-Claude Carrière. Segue la proiezione dei film Viaggio nella luna (1902) e Viaggio attraverso l’impossibile (1904) di Georges Mèliès.

Domenica 3 ottobre ore 21- Pecetto Torinese, Chiesa dei Battù

Universi ciclici: tempo, spazio e infinito nel pensiero hindū. Incontro con l’indologo Stefano Piano. Segue il concerto Meditazione per due violoncelli con Renzo Brancaleon e Valentina Fornero. Musiche di Jacques Offenbach, Johann Sebastian Bach e Gioachino Rossini.

Sabato 30 ottobre ore 21- Torino, Museo Regionale di Scienze Naturali

Per un nuovo giornalismo: reportage iper-realisti contro i pregiudizi. Incontro con il reporter Diego Buñuel. Segue la proiezione del documentario Non dire a mia madre che… sono in Iraq di e con Diego Buñuel.